Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/06/2024 alle ore 13:02

Altri sport

05/04/2023 | 16:25

MotoGP, Bagnaia guarda tutti dall’alto in ottica mondiale, ma Bezzecchi, iridato a 6,00 su Sisal.it, sogna il colpo grosso

facebook twitter pinterest
MotoGP Bagnaia guarda tutti dall’alto in ottica mondiale ma Bezzecchi iridato a 6 00 su Sisal.it sogna il colpo grosso

ROMA - La MotoGP, dopo solo due gare stagionali, ha regalato, a tifosi e addetti ai lavori, certezze, delusioni e piacevoli sorprese. Nella prima categoria possiamo sicuramente inserire Pecco Bagnaia nonostante il weekend a Termas de Río Hondo non sia stato dei più prolifici per il campione del mondo in carica, uscito dalla trasferta argentina con appena 4 punti in cascina. Il numero 1 della Ducati ufficiale, secondo della classifica iridata, rimane però, secondo gli esperti Sisal, il grandissimo favorito per la conquista del titolo tanto che la sua conferma si gioca a 1,65. La grande sorpresa, ma fino a un certo, è Marco Bezzecchi che, in sella alla Ducati del VR46 Racing Team, ha centrato tre podi su quattro gare stagionali, due Sprint Race e due gran premi, balzando in testa al mondiale. La prima vittoria in carriera in MotoGP, colta sotto il diluvio argentino, ha mostrato un Bezzecchi sicuro di sé e in perfetta sintonia con Desmosedici GP22. Dopo aver vinto il premio di Rookie of the Year la scorsa stagione, Bez punta ora al bersaglio grosso e vederlo campione del mondo a fine anno è offerto a 6,00. Il terzo gradino del podio, tra i favoriti al titolo, è diviso tra Fabio Quartararo, con la Yamaha, ed Enea Bastianini, compagno di squadra di Bagnaia in Ducati ufficiale. Il francese, campione del mondo nel 2021, confida negli aggiornamenti sulla Yamaha M1 in modo da lottare per il vertice della classifica anche se i 32 punti di distacco, dopo solo due tappe, iniziano già a pesare. Ancora più difficile appare la situazione di Enea Bastianini, a quota zero in classifica a causa dell’incidente nella Sprint Race di Portimão che non gli ha permesso di partecipare al GP di Argentina. La Bestia dovrebbe rientrare ad Austin, il 16 aprile, e da lì partirà la sua rincorsa al Mondiale. La vittoria di uno tra Quartararo e Bastianini pagherebbe 12 volte la posta. Decisamente indietro il resto della truppa con Marc Márquez, deludente e infortunato con la Honda, Johan Zarco, in sella alla Ducati Pramac, e Maverick Viñales, con l’Aprilia, tutti appaiati in quota a 16. Il possibile outsider? Occhio ad Álex Márquez con la Ducati del Team Gresini: il fratello di Marc vuole completare il tris di titoli, avendo già trionfato in Moto3 e Moto2, con un’impresa data a 25.

RED/Agipro

Foto credits Simon Patterson CC BY-SA 4.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password